carboidrati mon amour

cous cous di gamberi e verdure

couscous_gamberi_verdure

Le reazioni dal pescivendolo possono essere molto diverse.

Giulio: sguardo schifato e naso tappato, si stupisce solo quando vede la metà di un enorme pescespada, fa domande interessate ma non smette di proteggersi il naso.

Valerio: fa grandi esclamazioni, mi fa notare diversi tipi di pesci, cerca di accecarne qualcuno, infila un intero braccio nella vaschetta delle alici.

Mamma: vede dei gamberi meravigliosi e le brillano gli occhi. Pensa a come cucinarli e si entusiasma neanche le stessero offrendo un mazzo di fiori. “Non sarò mai magra” pensa.

I gamberi di cui sopra sono finiti in un cous cous ricco e saporitissimo, pieno di verdure e speziato il giusto per esaltarene il sapore.

ingredienti:

700 gr di gamberi freschi

500 gr di zucchine

1 cipolla novella

3 carote

250 gr di ceci in scatola

2 gambi di sedano

6 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 bicchiere d’acqua

1 cetriolo grande

3 pomodori maturi

500 gr di cous cous precotto

1 cucchiaio di curcuma

1 cucchiaio di curry

1 cucchiaio di paprika dolce

1 cucchiaio di aglio in pezzi

1 cucchiaio di za’atar

1 mazzetto di menta fresca

1 limone non trattato

sale e pepe

difficoltà: minima

tempi: preparazione – 45 minuti

cottura – 25 minuti

dosi: 8 persone

Tagliate le zucchine e le carote alla julienne. Aggiungete la cipolla e il sedano tritati grossolanamente, i ceci in scatola e tre cucchiai di olio. Salate, pepate, aggiungete le spezie e lasciate insaporire per 5 minuti a fuoco vivo mescolando continuamente. Aggiungete l’acqua e portate le verdure a cottura (10/15 minuti circa).

Sgusciate i gamberi e uniteli alle verdure a fine cottura, basteranno pochi minuti perchè si cuociano senza indurirsi.

Preparate il cous cous aggiungendo acqua calda come riportato sulla confenzione. Unite la preparazione di verdure, i pomodori e i cetrioli tagliati a cubetti, la menta fresca e la buccia grattuggiata di un limone. Condite con l’olio restante e regolate di sale e pepe se necessario.

Gustatelo freddo o a temperatura ambiente.

lettura consigliata:

indexun viaggio tra i sapori e i colori dell’India, un’avventura che non smette di stupire, un libro che si legge dalla prima all’ultima pagina con lo stesso, immutato piacere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...