carboidrati mon amour

panbrioche alla zucca e salvia

panbrioche_zucca

Di sicuro l’ho già detto ma ovviamente da queste parti le spezie sono da far perdere la testa. Alcune, anzi molte, non so neanche a cosa servano ma posso passare ore a studiare i colori e i profumi, a immaginarne gli abbinamenti.

Una delle mie preferite attualmente è la salvia essiccata. So che non si tratta di una cosa tanto esotica e che posso facilmente trovarla anche a casa ma questa è diversa. Le foglie sono grandi e di un grigio argento intenso. Viene essiccata in rametti e il profumo è qualcosa che non avevo mai sentito prima. Ne bastano un paio di foglie in una pentola di minestrone per renderlo meravigliosamente diverso (dal mio punto di vista, dal punto di vista di figli e marito sempre minestrone è). Una mia amica libanese mi ha detto che la usa anche per fare dei decotti digestivi o per eliminare i cattivi odori dalla cucina (bruciandola direttamente sul fornello).

Di sicuro regala un profumo diverso a questo delizioso panbrioche, provare per credere 🙂

ingredienti:

700 gr di farina 00

170 gr di polpa di zucca

200 ml di latte

una bustina di lievito di birra essiccato

50 gr di zucchero

un uovo

60 gr di burro

un pizzico di sale

una manciata di foglie di salvia essiccate

difficoltà: media

tempi: preparazione 20 minuti + il tempo di riposo

cottura – 40 minuti

dosi: 4 – 6 persone

Tagliate la zucca a fettine e cuocetela a vapore per 20 minuti circa. Nel frattempo cominciate a preparare l’impasto. Setacciate la farina su una spianatoia, disponetela a fontana e versate al centro il lievito sciolto in un pò di latte tiepido che lavorerete con un pò di farina fino ad ottenere una pastella morbida. Lasciate riposare 20 minuti.

Unite la polpa che avrete fatto raffreddare, il resto del latte, lo zucchero e un pizzico di sale. Lavorate energicamente aggiungendo il burro morbido e l’uovo fino a quando l’impasto non si attaccherà più al piano.

Incidete l’impasto con un taglio a croce e fatelo riposare in una ciotola capiente, coperto da un telo infarinato fino a quando avrà raddoppiato il suo volume.

Riprendente l’impasto e lavoratelo di nuovo per una decina di minuti. Mettetelo in uno stampo a cassetta di 24 cm di diamentro imburrato e infarinato e fatelo lievitare nuovamente fino a quando avrà triplicato di volume.

Cuocete in forno già caldo a 170° per 40 minuti. Fatelo raffreddare completamente prima di sfornarlo e servirlo a fette.

lettura consigliata:

Lady-Susanun libro delicato, ironico e intelligente. Un abbinamento perfetto per una ricetta semplice e sorprendente al tempo stesso. Adoro Jane Austen. Adoro questo panbrioche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...