dulcis in fundo

tortini al limone

tortini_limone

adoro sfogliare le riviste di cucina, mi rilassa tantissimo e sono una fonte inesauribile di idee. Stamattina ne guardavo una alla ricerca di ispirazione per un bel pranzo da weekend quando un articolo sui limoni di Sorrento ha attirato la mia attenzione. Per una nata e cresciuta in penisola qualsiasi proposta a base di limoni non può che essere una sfida: e tortini sia.

ingredienti:

225 gr di yogurt greco (potete tranquillamente usare quello al 0% di grassi)

225 gr di farina

125 ml di olio di semi

320 gr di zucchero

2 limoni di Sorrento (ça va sans dire)

1/2 bustina di lievito

60 gr di zucchero a velo

burro e farina per gli stampi

sale

difficoltà: minima

tempi: preparazione 20 minuti

cottura – 25 minuti

dosi: 10 tortini

Grattugiate la scorza di 1 limone e spremetene il succo. Lavorate lo yogurt con le uova, l’olio, 200 gr di zucchero, la scorza grattugiata (tenendone da parte qualche pezzetto), 4 cucchiai di succo di limone. Incorporate la farina setacciata con il lievito e un pizzico di sale.

Imburrate e infarinate 10 stampi da tartelette (10 cm di diametro circa) e versatevi il composto.

Infornate in forno caldo a 180° per 25 minuti.

Tagliate a fettine molto sottili il limone rimasto, cospargetelo di zucchero a velo e passatelo sotto il grill del forno per una decina di minuti.

Nel frattempo preparate lo sciroppo con lo zucchero rimasto, 3 cucchiai di succo di limone, 300 ml di acqua e le scorzette conservate in precedenza. Fate sobbollire per qualche minuto e filtrate. Spennellate le tortine con lo sciroppo tiepido, fatele raffreddare e decoratele con le fettine di limone. Irroratele con altro sciroppo prima di servire.

lettura consigliata:

lastoriadisanmicheledialexmunthe  sarà perché Capri l’ho vista dalla mia penisola tutta la vita, sarà perché ogni volta che ci vado trovo che sia uno dei più bei posti al mondo, sarà perché quando si è lontani da casa si è sempre un pò più nostalgici ma il libro di Axel Munthe mi è piaciuto tantissimo. La storia di come ha saputo costruire un posto unico al mondo nel periodo in cui l’Italia doveva essere una terra meravigliosa è semplicemente affascinante.

4 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...