verdure e contorni

gratin dauphinois

manca ormai poco più di un mese prima del grande trasferimento. Per una che nella sua vita si è spostata di 300 km pensando di fare il Grande passo, cambiare continente non è una cosa da poco. Comprerò quattro grandi valigie, le più grandi che trovo, e cercherò di infilare dentro tutto quello che possa farci ricominciare senza dimenticare da dove veniamo. Il dramma vero sarà lasciare i libri, la mia collezione di fumetti, la casa che in 6 anni abbiamo riempito con la nostra vita, gli amici che hanno reso Roma la città che amo. La sfida sarà arrivare in un posto dove tutto è diverso.

La cultura, le persone, la luce, il clima, l’aria che si respira. Se non fosse che la globalizzazione mi regalerà gli stessi negozi del centro commerciale dietro casa mi sentirei davvero in terra aliena, ma per fortuna c’è l’ikea. Mio marito potrà smadonnare incazzato in mezzo al salone mentre monta il tavolino della tv esattamente come a Roma 🙂 La cosa più bella sarà poter stare insieme tutti e quattro senza dover contare i giorni che mancano alla sua prossima partenza e senza doversi accontentare di qualche momento rubato su skype, che pure ci ha salvato la vita. La sera finalmente avrò qualcuno per cui cucinare che non farà le facce angosciate di mio figlio Giulio quando scopre che nel piatto non c’è pasta in bianco, l’unica pietanza di cui va veramente pazzo. Se non assomigliasse incredibilmente a mio marito penserei ad uno scambio in culla, una tale inappetenza non può certo derivare dal mio patrimonio genetico!

ok, ho decisamente divagato visto che il post doveva semplicemente proporre la ricetta di un delizioso gratin di patate che ho fatto a pranzo ma è un piatto che mi da’ l’idea di casa e da lì sono nati tutti questi pensieri. Alla fine la casa è dove stiamo con le persone che amiamo, indipendentemente da cosa ci sia fuori dalla porta. Pini o palme non c’è poi questa grande differenza, purché si sia tutti insieme intorno ad un tavolo 🙂

ingredienti:

750 gr di patate

1/2 litro di latte

1 uovo

125 gr di emmental grattugiato

50 gr di burro

sale, pepe, noce moscata

difficoltà: minima

tempi: preparazione 20 minuti

cottura 40/45 minuti

dosi: 6 persone

Pelate le patate e tagliatele a rondelle dello spessore di 1/2 cm. Aiutatevi con una mandolina o con il robot da cucina di modo da avere fette tutte uguali. Condite le patate con sale, pepe e noce moscata e mettetele in una teglia capiente precedentemente imburrata. Sbattete l’uovo con il latte, regolate di sale e versate il composto sulle patate che ne saranno quasi completamente sommerse. Aggiungete il burro a fiocchetti e cospargete con l’emmental grattugiato.

Fate cuocere in forno caldo a 180° per 40 minuti circa. Passate sotto il grill per altri 5 minuti, spegnete il forno e lasciate riposare le patate a forno spento per altri 10 minuti. Il latte dovrà essere quasi completamente assorbito dalle patate che avranno una bella crosta dorata in superficie. Servite caldo.

gratin_dauphinois

3 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...